Quando si parla di asset class si intendono tutta una serie di forme di investimento che condividono tra loro delle particolarità o delle caratteristiche comuni. In ragione delle loro similarità questi prodotti finanziari sono raggruppati insieme e trattati come pacchetti omogenei. Le somiglianze tra i vari asset possono riguardare la loro natura originaria, il mercato nel quale vengono scambiati, o le regolamentazioni alle quali devono sottostare.

In italiano la parola asset può essere resa con il termine “risorsa”, dato che per asset si intendono tutte quelle proprietà aziendali che possono essere facilmente monetizzate e quindi usate per effettuare scambi o pagamenti.

Asset class significato

Tra le più comuni forme di asset class troviamo i titoli azionari, i titoli obbligazionari, le proprietà immobiliari, gli investimenti valutari e alcune risorse come oro e petrolio. A loro volta queste classi di prodotti possono essere ancor più specificati, a seconda del settore di riferimento o dei beni ai quali si riferiscono.

Nonostante la semplicità della gestione di prodotti simili, scambiati in mercati comuni e secondo regole uniformi, l’investimento in asset class non può prescindere da un’oculata strategia di diversificazione, che porti l’investitore a spaziare su più differenti classi di riferimento. Il crollo del valore di un settore o di una specifica classe d’investimenti metterebbe altrimenti a rischio di ingenti perdite l’intero pacchetto selezionato dall’investitore. Con una ben ragionata diversificazione, al contrario, il livello di rischio in capo all’investitore si spalma su di un ventaglio più largo e variegato di possibilità, mettendolo al riparo da scossoni imprevedibili dei mercati.

Conoscere asset class

La conoscenza delle asset class più adatte al proprio livello di disponibilità al rischio e alle prospettive di rendita permette di investire in questi prodotti in maniera equilibrata evitando così spiacevoli sorprese e salti nel buio. Chi preferirà puntare sulla solidità di un investimento poco rischioso si affiderà alle valute più forti e ai bond emessi dai paesi dalle economie più stabili, chi invece preferirà rischiare per puntare a maggiori ricavi si concentrerà invece sul mercato azionario o sui titoli obbligazionari più remunerativi.

Nonostante la varietà dei prodotti acquistabili come asset class, le principali categorie di questi prodotti possono essere schematicamente organizzate in cinque categorie principali.

La prima classe in questione riguarda le azioni, ossia parti della proprietà di aziende apertamente quotate sul mercato. I ricavi, ottenibili grazie agli scambi sui mercati azionari, possono derivare sia da un aumento dei prezzi dei titoli posseduti, che dai dividendi periodici che questi titoli assicurano sui ricavi aziendali. Sono tra i prodotti finanziari più diffusi in assoluto, e i loro livelli di rischio e di rendita sono variabili.

La seconda categoria riguarda i mercati valutari, che sono particolarmente apprezzati per la loro immediata liquidità.

Vengono poi i titoli obbligazionari, i cosiddetti bond, che garantiscono una rendita fissa e costante nel tempo e sono normalmente considerati asset class dal rischio limitato.

La quarta asset class riguarda il mercato immobiliare, o comunque riferito a beni materiali quali l’oro e il petrolio. Mentre la quinta e ultima categoria comprende i cosiddetti prodotti derivati, ossia quei prodotti finanziari astratti il cui valore è determinato da eventi o condizioni esterne alle quali sono legati.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *