La legge di bilancio del 2018 porta con sé importanti novità per quel che riguarda i bonus fiscali per i lavori di ristrutturazione. È possibile infatti portare in detrazione IRPEF fino al 50% dell’importo sostenuto per la ristrutturazione fino al 31 dicembre.

Bonus ristrutturazione 2018

Dal 1 gennaio con l’approvazione della legge di bilancio i contribuenti hanno la possibilità di portare in detrazione parte dei costi sostenuti per le ristrutturazioni di casa. Il bonus ristrutturazione prevede la possibilità di detrarre ai fini IRPEF fino al 50%, per un massimo di 96.000,00€ sostenuti. A partire dal primo di gennaio del prossimo anno, il 2019, il bonus per i lavori di ristrutturazione tornerà alla sua forma originale, ovvero dando la possibilità ai cittadini di detrarre il 36% delle spese sostenute, fino ad un massimo di 48.000,00€ per ciascun immobile.

Come accedere al bonus

Per poter usufruire del bonus per le ristrutturazioni 2018 bisogna rispettare determinati vincoli e parametri. Vediamoli qui di seguito:

  • Lavori di manutenzione ordinaria e straordinaria, lavori di restauro e a fine conservativo, lavori di ristrutturazione edilizia effettuati su parti comuni di condomini;
  • Interventi straordinari, di restauro e a fine conservativo, lavori di ristrutturazione edilizia effettuati su singole unità immobiliari di qualsiasi categoria catastale, anche rurali e pertinenze.

I lavori di manutenzione ordinaria per i quali il bonus è consentito sono diversi: installazione di ascensori e di rampe di scale di sicurezza, costruzione e manutenzione sui servizi igienici, sostituzione di tipologia di infisso o di serrande, qualsiasi tipo di intervento finalizzato all’efficienza energetica, e costruzione di scalinate interne, l’installazione di caldaie.

Per quanto riguarda le ristrutturazioni messe in atto a fini di miglioramento in termini di efficienza energetica il bonus ristrutturazione 2018 porta con sé qualche novità. Il bonus ristrutturazione 2018 prevede anche la possibilità di detrarre il 50% di una spesa massima di 10.000,00€ per l’acquisto di mobili da interno o di elettrodomestici di media o grande dimensione, ma solamente se appartenenti ad una classe energetica pari almeno alla A+; la detrazione passa dal 65% del 2017 al 50% per l’installazione di pannelli solari, sostituzione di infissi, posa in opera di climatizzatori invernali con l’installazione di caldaie a condensazione e biomassa, e infine una detrazione del 36% per un massimo di 5.000,00€ di spesa per i lavori di manutenzione dello spazio verde in aree private.

Proroga termini 2018

La legge di bilancio 2018 ha prorogato anche per quest’anno gran parte di punti del bonus ristrutturazione, modificandone alcuni punti. Di anno in anno i termini vengono prorogati, modificati o cancellati.

Il consiglio che va dato è di approfittare di questi bonus per la ristrutturazione e per rendere più efficienti i vostri appartamenti, rispettando i parametri per giovare delle detrazioni fornite dall’ecobonus 2018.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *