Molti imprenditori sono convinti che, una volta convinte altre realtà ad investire del capitale nella propria impresa, la gran parte della fatica e dell’impegno siano solo un ricordo. Dovrebbero invece rendersi conto che la fiducia degli investitori deve essere mantenuta e rinfrescata periodicamente, con un’opera di convincimento costante, che porti chi detiene interessi di un certo livello nell’impresa a mantenere la consapevolezza di aver fatto la scelta giusta.

La presentazione annuale del bilancio sociale della propria azienda agli investitori è il passaggio fondamentale di un’attenta e intelligente strategia per il mantenimento della fiducia degli investitori, portati in questo modo a restare convinti della solidità e delle potenzialità future del vostro business. Ovviamente sarà necessario introdurre la presentazione del bilancio della propria impresa con una panoramica ragionata sul proprio business plan, dimostrando così di avere le idee ben chiare circa i passi futuri dell’impresa. In questo modo, ponendo l’accento sulle strategie d’investimento e di vendita, ci si assicurerà la buona disposizione degli investitori una volta che si passerà a presentare il bilancio aziendale.

In questa fase della comunicazione verso l’esterno assume particolare centralità, oltre alla componente più specificamente numerica del bilancio, anche lo stile comunicativo che si decide di adottare. Una presentazione ben preparata, esposta con convinzione e sicurezza di sé, tenendo alta l’attenzione grazie a tecniche comunicative che sottolineino la vostra immagine di affidabilità, è una condizione sempre più richiesta da investitori e venture capitalist in cerca di investimenti redditizi.

Caratteristiche del bilancio

Con il termine “bilancio” ci si può riferire a concetti molto diversi tra loro, a seconda dell’ambito nel quale ci si sta muovendo. Il bilancio a cui più spesso si fa riferimento è quello contabile, ossia il registro comparativo di entrate e uscite dell’impresa, utile soprattutto per avere piena consapevolezza dello stato finanziario e delle risorse immediatamente disponibili alle casse dell’azienda.

Ogni investitore è solitamente interessato a due aspetti principali strettamente legati al bilancio contabile. Da una parte l’interesse dell’investitore riguarda l’ammontare di ricavi che sarà in grado di immaginare per il futuro, elemento che attiene all’ambito delle entrate aziendali. Dall’altra il secondo elemento fondamentale per un investitore è rappresentato dal costo complessivo che dovrà sobbarcarsi per ottenere quei profitti.

Oltre al bilancio contabile, sempre più spesso le aziende più all’avanguardia presentano annualmente ai propri investitori anche il bilancio sociale, ossia un documento che, pur non tralasciando l’importanza dei numeri, si concentra anche sui valori che muovono l’impresa e sulle priorità sociali che questa decide di comunicare all’esterno.

Bilancio per investitori

Il bilancio per gli investitori può avere diverse forme, a seconda di quali siano i soggetti ai quali intende rivolgersi.

Spesso le imprese redigono annualmente una lettera agli stakeholder, ossia una comunicazione ufficiale e pubblica che fa il punto generale dello stato di salute dell’azienda, che si riferisce a tutti coloro che portino un qualche tipo di interesse nell’impresa, quindi ben oltre il solo novero dei diretti investitori.

Ovviamente, mentre questa forma di comunicazione agli stakeholder non rientra tra gli obblighi dell’azienda nonostante si sia recentemente affermata come buona prassi nella relazione con gli investitori, la presentazione del bilancio contabile è un vero e proprio obbligo nella gestione di un’impresa.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *