Il ROI, acronimo dell’espressione inglese Return Of Investment, viene tradotto letteralmente in italiano come Ritorno sull’investimento. Scendendo più in dettaglio, il ROI indica il valore di redditività del capitale investito. In altre parole, il ROI serve per comprendere se il capitale investito nelle campagne pubblicitarie abbia il giusto ritorno in termini di revenue. Vediamo meglio in dettaglio cosa è il ROI e perché la sua presenza è importante quando si pianificano promozioni e azioni di marketing.

ROI cosa è

Il ROI, oltre che ad essere fondamentale per capire l’indice di redditività delle campagne di marketing o pubblicitarie, serve, più in generale, a stabilire se il capitale investito in un’azienda o in un’attività, è redditizio. Questo indicatore di bilancio è chiaramente uno degli strumenti finanziari più utili per agire in modo proficuo allo sviluppo della propria attività. Come si calcola il ROI e come deve essere indicato tale indice?

Chiunque abbia un’attività, o si occupi del bilancio finanziario di un’azienda, non può non considerare l’indice ROI e per, farlo, può ricorrere a una formula molto semplice, ovvero:

ROI = utile derivato / capitale investito

I fattori di questo calcolo sono quindi il capitale investito, ovvero il denaro messo a disposizione per la promozione dell’attività, e l’utile derivato, ovvero il denaro ottenuto grazie alle campagne di marketing o alle azioni di investimento intraprese. Facendo un esempio semplice e pratico, mettiamo caso che un’azienda decida di investire 200 Euro con una conseguente fatturazione di 300 Euro.

Sulla base di questi valori, è possibile procedere direttamente con il calcolo del ROI nel modo seguente:

ROI = (300 – 200) / 200 = 0.50

In questo fatto di specie, è evidente che la campagna promozionale o l’investimento ha prodotto un introito di 0.5 Euro, risultando quindi positiva per l’attività. Il ROI, a ragion di logica, deve avere un valore positivo e più alto è questo valore, più reddito avrà l’azienda.

ROI perché è importante

Il ROI, come è possibile dedurre dal paragrafo precedente, è essenziale non solo per capire l’efficacia dell’investimento, ma indica anche come poter spendere il proprio budget destinato ad una qualunque altra decisione aziendale. Pertanto, grazie al calcolo del ROI è possibile destinare una somma a una certa campagna più redditizia piuttosto che a un’altra con minor rendimento.

Sebbene possa sembrare alquanto semplice, il calcolo del ROI, in realtà, presenta diverse problematiche legate soprattutto a elementi non chiamati in causa come, ad esempio, gli utenti che non hanno aderito alla campagna ma che potrebbero tornare in un secondo momento. Per tale ragione, occorre discernere le fonti che hanno generato il reddito, attribuendo l’aumento di revenue a mezzi diversi, come i media, da quello generato da una campagna digitale su Internet. Affinché l’indice ROI sia il più possibile attendibile e veritiero, bisogna distinguere la fonte sin dal momento della richiesta di informazioni, di un preventivo.

Categorie: Blog

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *