Che sia da un articolo di giornale o da un servizio televisivo, la nostra attenzione è spesso catturata dal termine “inflazione” che è divenuto sempre più martellante. Ma cosa significa in realtà questa parola di cui si parla tanto e quali conseguenze comporta a livello economico e finanziario?

Inflazione significato

L’inflazione è il nome attribuito a quel fenomeno che vede l’innalzamento dei prezzi di prodotti e servizi in un certo lasso di tempo. Questo evento accade sovente, ma quali sono i motivi che spingono i prezzi a lievitare in maniera considerevole?

Cause dell’inflazione

Per prima cosa, l’inflazione può essere causata dall’innalzamento dei costi delle materie prime necessarie per la realizzazione del prodotto finito. Ne consegue, quindi, che per mantenere lo stesso introito, le aziende sono costrette a conservare lo stesso mark-up che influirà direttamente sul prezzo finale di vendita e sui consumatori.

Una seconda causa responsabile dell’aumento dei prezzi potrebbe essere l’elevata domanda da parte degli utenti. In tal caso, le imprese si rendono disponibili a soddisfare queste richieste extra ordinarie, purché i consumatori siano disposti a pagare un prezzo più elevato. Una terza ipotesi può accadere in caso di introduzione nel mercato di molta moneta.

Svalutazione e iperinflazione

Alla luce di questa considerazione, è chiaro che quando i prezzi aumentano avviene una svalutazione del denaro stesso ed è per questo che i salari vengono spesso sottoposti a un ricalcolo, ovvero vengono indicizzati in base all’andamento dei prezzi, affinché il consumatore non sia troppo danneggiato.

I salari indicizzati rappresentano tuttavia una possibile minaccia legata al profitto dell’imprenditore. Se quest’ultimo decide infatti di aumentare i salari dei propri dipendenti, dovrà assicurarsi le stesse entrate economiche, rialzando ulteriormente i prezzi di vendita dei propri prodotti. In un contesto simile, l’inflazione diventerà “galoppante” o si trasformerà in iperinflazione.

Inflazione 2018

La definizione del termine e del fenomeno dell’inflazione è fondamentale per capire l’importanza di questo indice economico con cui è possibile capire l’andamento del mercato. Quali sono le previsioni dell’inflazione per l’anno corrente?

L’Istat (Istituto nazionale di statistica) prevede che l’inflazione del 2018 si aggiri intorno allo 0,2% su base mensile, risultando in uno 0,8% su base annua. Sebbene sia solo una stima provvisoria, questi dati fanno ben sperare, visto e considerato che il 2017 si è chiuso con un’inflazione pari allo 0,98%.  

Categorie: Finanza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *