Per comprendere le ragioni per cui sia conveniente comprare un immobile alle aste bisognerà volgere lo sguardo al 2008, anno della crisi economica; all’epoca infatti molti risparmiatori si sono trovati a non poter più pagare il mutuo contratto per acquistare la propria abitazione. Questo ha comportato un graduale e costante incremento negli immobili finiti in proprietà alle banche creditrici, per via delle ipoteche e degli sfratti previste dai contratti di prestito.

Le proprietà immobiliari così ottenute dagli istituti di credito, trattandosi spesso di appartamenti e case dal valore di mercato relativamente modesto, vengono solitamente utilizzate come fonte più o meno immediata immediata di liquidità. La vendita di queste proprietà immobiliari passa normalmente attraverso il tribunale e il parere di un giudice, per l’occasione nel ruolo di banditore d’asta.

Comprare casa alle aste immobiliari

La rapidità con la quale gli immobili di questo genere vengono messi sul mercato ne influenza, fin da subito, il prezzo di partenza che è solitamente molto più basso dei prezzi medi di mercato.

Una volta pignorato l’immobile, la banca comunica al tribunale di competenza tutta la documentazione relativa, dal valore catastale allo stato dell’immobile, dal prezzo di base per l’asta ai rilanci minimi richiesti.

A questo punto la dichiarazione di vendita viene segnalata sui registri del tribunale, dove rimane pubblicamente consultabile sia in formato cartaceo sia in versione online. Il giudice assegnato alla vendita si premura quindi di chiamare una prima seduta d’asta, alla quale gli interessati possono partecipare entro il decorrere dei tempi tecnici. Nel caso in cui questa seduta vada deserta, ossia non vengano presentate offerte valide, il tribunale indice una vera e propria asta al rialzo, nella quale vengono considerate tutte le offerte pubbliche sulla proprietà in questione.

Regole d’oro

Ogni volta che una seduta va deserta, la base d’asta si riduce del venticinque percento. Questa è una delle ragioni principali della grande convenienza degli acquisti alle aste immobiliari.

Il modo migliore per essere sempre aggiornati sulle ultime offerte immobiliari, è buona pratica controllare regolarmente i siti web dei tribunali, anche di province diverse rispetto a quella di residenza, visto che le possibilità di acquisto non sono legate a un territorio specifico.

È bene tenere sempre a mente che per poter partecipare a un’asta immobiliare è necessario essere in disposizione immediata dell’intera somma di denaro necessaria per l’acquisto. Alla vittoria dell’asta immobiliare, infatti, sarà immediatamente richiesto il pagamento dell’intero valore dell’immobile: è quindi buona pratica, nel caso in cui la somma richiesta sia più alta delle proprie disponibilità finanziarie, richiedere prontamente un mutuo alla propria banca, così da non ritrovarsi in situazioni spiacevoli.

Consigli pratici

Tra i consigli concreti per partecipare con successo a un’asta immobiliare vale la pena citare l’attenzione alla presenza di tutti i documenti necessari alla partecipazione. Così come è assolutamente necessario rispettare con rigore le scadenze imposte dal tribunale, delle quali il potenziale acquirente deve necessariamente essere a conoscenza in largo anticipo.

È inoltre sempre consigliato rivolgersi a un buon avvocato per seguire tutta la procedura di partecipazione all’asta immobiliare. Un legale saprà consigliarvi al meglio circa la regolarità dei passaggi della procedura d’asta e riguardo all’appropriatezza della vostra offerta rispetto allo stabile che si intende acquistare.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *