La ricerca di un prestito, di quello più adatto alle proprie necessità, può essere un’attività estremamente faticosa e frustrante, alla quale tuttavia spesso non si può fare a meno di ricorrere. Che si renda necessario chiedere un finanziamento per incrementare gli investimenti della propria impresa, per acquistare una nuova auto o per restaurare la propria abitazione, ci si dovrà in ogni caso rivolgere a un istituto di credito abilitato al prestito. Il soggetto al quale ci si rivolge, solitamente, chiede di soddisfare una serie di requisiti formali e di presentare alcuni documenti essenziali.

Prestito cosa è

In finanza il prestito si definisce come un finanziamento in denaro che un soggetto chiede a un Istituto di Credito in cambio della promessa di ripagare il debito con l’aggiunta di una certa percentuale di interessi.

Vi sono varie diverse tipologie di prestito, a seconda dello scopo e delle modalità di restituzione del finanziamento erogato. Si può parlare di:

  • Credito al consumo quando non è richiesta alcuna causale o giustificazione per motivare la domanda
  • Mutuo quando il finanziamento in oggetto serve per acquistare un bene immobile
  • Prestito a fondo perduto quando la somma corrisposta non deve poi essere restituita

Come ottenere un prestito

Per riuscire a chiedere del denaro in prestito sono necessari, come già si accennava, alcuni requisiti di garanzia che la banca emittente richiede a chi è alla ricerca di un finanziamento.

I requisiti di base, quelli che vengono richiesti da qualsiasi istituto di credito, sono solitamente tre.

  1. Lavoro: il primo riguarda il possesso di un contratto di lavoro stabile e duraturo, che garantisca con la regolarità del salario la capacità futura di ripagare il debito.
  2. Stabilità economica: la banca richiede che chi richiede il prestito abbia una buona situazione economica complessiva, ossia uno stipendio sufficientemente consistente, la proprietà di alcuni beni di valore, la situazione patrimoniale.
  3. Affidabilità: chi richiede un prestito non deve essere iscritto nelle liste dei cattivi pagatori, ossia che la persona non abbia in passato dimostrato di non essere un pagatore affidabile.

Documenti per prestito bancario

Naturalmente, oltre al soddisfacimento di alcune caratteristiche personali, per richiedere un prestito è necessario presentare alla banca di riferimento alcuni documenti essenziali. In base al tipo di finanziamento richiesto, gli Istituti di Credito pretendono di avere alcuni documenti piuttosto che altri. Ma andiamo a vedere quali sono i più comuni.

Tra i documenti fiscali le banche sono solite chiedere la carta di identità o il permesso di soggiorno, a seconda che il richiedente sia cittadino italiano oppure no, e il codice fiscale. Tra i documenti economici le richieste delle banche variano a seconda del tipo di contratto di lavoro del cliente. Solitamente viene richiesta l’ultima busta paga del lavoratore dipendente, oppure la più recente dichiarazione dei redditi nel caso dei lavoratori autonomi. Nel caso in cui il cliente abbia già fatto domanda per altri finanziamenti e li stia ancora ripagando, sarà tenuto a produrre anche i documenti ad esse relative.

Con qualche semplice accorgimento e con un po’ di attenzione ottenere un prestito non sarà più un problema. Per facilitare la pratica rivolgetevi ad Alessandro Bergami: professionista del settore saprà guidarvi in tutta la procedura di accesso al credito.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *