L’ottenimento di finanziamenti a fondo perduto è uno dei traguardi aziendali più importanti per una start up che si sta affacciando sul mercato.

È proprio tramite i finanziamenti a fondo perduto che l’Unione Europea, molti enti locali, piuttosto che lo Stato o le regioni, tentano di agevolare la situazione lavorativa in numerosi contesti: per esempio molti di questi fondi vengono destinati al reinserimento nel mondo del lavoro di quella parte di popolazione disoccupata.

Le Start Up trovano comunque nei finanziamenti a fondo perduto una grande opportunità di finanziare la propria attività anche laddove la richiesta di prestito presso gli istituti di credito tradizionali sia troppo esosa o sia già stata avanzata e respinta per svariati motivi.

Finanziamento a fondo perduto cosa è

I finanziamenti a fondo perduto sono delle particolari forme di contribuzione rilasciata ad alcune imprese per determinati motivi. La loro caratteristica principale è che l’ente che lo rilascia non obbliga il ricevente alla restituzione del capitale prestatogli.

Esistono vari tipi di finanziamento a fondo perduto: la classificazione più ovvia è quella di suddividerla a seconda dell’ente erogatore. Chi rilascia finanziamenti a fondo perduto? Con modalità diverse, ma ne rilasciano l’Unione Europea (a gestione diretta ed a gestione indiretta), gli enti locali, le regioni tramite dei fondi stanziati per lo sviluppo economico di una determinata zona, e a livello nazionale esiste Invitalia, che si occupa della concessione di finanziamenti per l’imprenditoria giovanile e femminile.

L’Unione Europea rilascia fondi a gestione diretta e fondi a gestione indiretta. I fondi a gestione diretta vengono erogati all’impresa, tramite dei bandi ai quali partecipano varie imprese che presentano il loro progetto direttamente: una volta analizzato, l’ente decide quale finanziare versando la somma di denaro promessa direttamente nelle mani dell’impresa.

I fondi a gestione indiretta vengono trattati dagli enti locali, che si occupano di distribuirli in base a quanto è stato definito a livello comunitario.

Bando 2018 Lombardia

Per esempio il bando “Intraprendo” è un per un finanziamento a fondo perduto erogato direttamente dall’Unione Europea, tramite il FESR, il fondo europeo di sviluppo regionale 2014-2020.

Il finanziamento vuole stimolare l’attività imprenditoriale lombarda, è destinato principalmente alle Start up: infatti possono partecipare al bando solo le MPMI iscritte al registro delle imprese da non più di 24 mesi, con sede operativa attiva in Lombardia, o liberi professionisti che hanno attivato la loro attività da non più di 24 mesi. Il fondo è mirato a dare maggiore attenzione alle iniziative intraprese dagli under 35 o dagli over 50 usciti dal mondo del lavoro o da imprese ad elevata innovatività.

Il bando Intraprendo prevede l’intervento finanziario richiedibile, da un minimo di 25.000,00€ ad un massimo di 65.000,00€; la percentuale di finanziamento, che può andare dal 60% al 65% del costo totale del progetto; il costo minimo del progetto deve essere almeno di 41.700,00€; infine il progetto deve realizzarsi entro un anno e mezzo dalla concessione del finanziamento.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *